Autumn in...Forpen

mercoledì 6 settembre 2017
Allo scattare di settembre, io, personalmente, mi sento subito autorizzata a dimenticarmi dei bikini che avevo buttato nel carrello di qualche e-shop per indirizzare la mia attenzione ed, ahimè, anche la mia carta di credito verso altri lidi, decisamente più autunnali.
Sì, perchè alla veneranda età di 32 anni collego ancora settembre all'inizio delle scuole.
Manco ci tornassi io.
Che non vedo un banco dal 2004.
...
...
...

Comunque, chiudendo questa parentesi drammatica, settembre è il mese in cui si comprano i diari e si decide il cappotto nuovo. STOP.

Facendo i miei soliti giri nei miei soliti siti alla ricerca di quello che non dovrà mancare nell'armamentario autunno/inverno, mi sono imbattuta in un brand nuovo (almeno per me) dal quale ho preso un pò di appunti/spunti.

Dunque, se c'è qualcosa che ho afferrato con certezza è che dovremo cucirci perle in ogni dove; dallo stivaletto biker (di cui abbiamo una diapositiva) al maglioncino senza dimenticare il cappello.
Alla moda sembra non interessare la credenza che le perle portino lacrime, a quanto pare.
Ma in fondo neanche a noi. TOH!


Non facciamoci mancare, mi raccomando, un blazer; leggermente oversize e con una stampa colorata e/o/anche super particolare. Figo sia sopra una tshirt che un vestito. Tinta unita. Che non siamo mica pagliacci.




Ma quanto ce piacciono le righe! Specialmente sulle tute, specialmente non nella classica combinazione black/white, specialmente con la fascia sui capelli coordinata.


L'abito perfetto, quello che ti puoi mettere sempre (vabbeh, cerchiamo di alternarlo a qualcos'altro ogni tanto, dai) perchè sta bene con le Stan Smith, sta bene con gli stivaletti, sta bene con tutto.
Starà bene anche su gambe con un livello inferiore d'abbronzatura?! Probabilmente sì.
Ed è super pratico e ha i volants.
Serve altro?!


AH.
Tutto quello che avete visto è di FORPEN, un brand tutto ITALIANO (VENETO, per la precisione, eh!) che si vanta di non saper usare le bacchette o di guidare a sinistra perchè è già troppo impegnato a vestirsi bene, come (quasi) solo noi italiani sappiamo fare!
:-)